Vibram Trail Mottarone home
4-5 maggio 2024

Regolamento 25km

REGOLAMENTO
VIBRAM® 2 Comuni Trail Mottarone
05 maggio 2024

 

Alcune parti del regolamento potranno essere modificate causa imprescindibili esigenze organizzative; qualora si dovesse verificare questa necessità, ne sarà dato tempestivo avviso.

 

NORME PREVENZIONE COVID

 

Nelle settimane precedenti lo svolgimento della manifestazione sarà pubblicato il “Protocollo di prevenzione Covid-19" messo a punto dagli organizzatori che conterrà indicazioni precise in merito alle misure ed ai comportamenti preventivi da adottare, realizzato sia sulla base delle esigenze imposte dall’evento stesso che dalle norme nazionali e/o regionali, nonché dei regolamenti della Federazione di appartenenza.

 

Art. 1 Organizzazione

L’Associazione Sportiva Dilettantistica “Motty Green Trail Team", affiliata a UISP, organizza le seguenti gare di Trail Running:

  • Vibram® Max...i Trail Mottarone 60 Km 2.700 d+
  • Vibram® Max...i Trail Mottarone Relay 28 Km 1.850 d+ / 32 Km 850 d+
  • Vibram® 2 Comuni Trail Mottarone 25 Km 1.600 d+
  • Vibram® Mottyno Run Mottarone 15 Km 500 d+

 

Art. 2 Prova

La gara consiste in una corsa a piedi in ambiente naturale con partenza domenica 05 maggio 2024 alle ore 09,00 dalla Piazza Marinai d’Italia di Baveno (VB) e si sviluppa sui sentieri che salgono verso la Vetta del Mottarone, raggiungendola, toccando poi tutti i comuni che si affacciano alle sue pendici per poi ridiscendere verso l’abitato di Stresa (Vb) con arrivo sul Lungolago. La gara si svolge in una sola tappa, a velocità libera, in un tempo limitato e controllato.

Descrizione sintetica del percorso:

- Vibram® 2 Comuni Trail Mottarone: 5% asfalto, 35% strada sterrata, 60% sentieri.

 

Art. 3 Partecipazione

La gara è aperta a tutte le persone, uomini e donne, che abbiano compiuto 18 anni (16 anni con delega-autorizzazione dei genitori) al momento dell’iscrizione, aventi certificato medico di idoneità sportiva agonistica valido per l’atletica leggera. 

Per la partecipazione alla prova è necessario essere tesserati con una società sportiva riconosciuta dal Coni; qualora l’atleta ne fosse sprovvisto l’organizzazione provvederà alla sua iscrizione tramite Uisp alla somma di 10 euro. Non saranno accettate iscrizioni da parte di atleti che stanno scontando squalifiche per doping di qualunque disciplina.

Il limite degli iscritti è fissato in 500 atleti per la Vibram® 2 Comuni Trail Mottarone 25 Km 1.600 d+

 

Art. 4 Semi Auto-sufficienza

Il Vibram® 2 Comuni Trail Mottarone è una corsa in semi auto-sufficienza, principio per il quale l’atleta deve essere in grado di gestire con proprie riserve alimentari ed idriche l’autonomia di percorrenza sul tracciato, fra partenza e arrivo.

L’atleta deve inoltre essere a conoscenza della lunghezza e della particolarità della gara e di essere cosciente che la propria partecipazione richiede un’adeguata preparazione fisica necessaria a superare situazioni che richiedono buona capacità di autonomia personale fisica e psicologica.

A supporto degli atleti e per garantire la loro autonomia saranno presenti 3 punti acqua e 2 ristori.

Il Vibram® 2 Comuni Trail Mottarone aderisce alla campagna “io non getto i miei rifiuti”; in nessun punto di ristoro saranno presenti bicchieri di plastica, gli atleti dovranno munirsi di un bicchiere, ecotazza o contenitore personale adatto all’uso. Ogni corridore dovrà accertarsi di disporre, alla partenza da ogni punto di rifornimento, della quantità d’acqua minima che gli servirà per arrivare al successivo punto di ristoro. 

L’assistenza individuale agli atleti in forma privata è assolutamente vietata lungo il percorso al di fuori dei punti ristoro. E’ vietata inoltre qualunque forma di accompagnamento, affiancamento agli atleti sul percorso. 

 

Art. 5 Condizioni di iscrizioni e percorso

Partenza dalla piazza Marinai d'Italia nel comune di Baveno (VB) zona imbarcadero breve anello panoramico tra le frazioni di Romanico, Roncaro, fino a raggiungere la passerella in località Tranquilla dove potrete rimboccare i vostri liquidi prima d'affrontare la salita su sentiero CAI verso il Monte Camoscio (km 8,5). Da qui si prosegue sempre su sentiero CAI sulla dorsale che si affaccia in parte sul Cusio e in parte sul Lago Maggiore passando dal Monte Crocino , l'alpe Vedabia  (Km 11) e portarsi su poderale montana ai piedi del monte Zughero (salita breve ma che richiedo un intenso sforzo fisico), una volta scollinati il rifugio Alpe nuovo CAI Baveno vi spunterà davanti alla vostra attenzione (13 km) ristoro e ultimo tratto di saluta per raggiungere la vetta Mottarone ed il ristoro presso l'area ski Parco Mottarone 15 km (cancello orario 4h -ore 13.00)

Da qui si scende per quella che d’inverno è la pista Selva Spessa fino a imboccare il sentiero L1 per raggiungere dapprima la stazione Borromea, si passerà poi dall'alpe Giardino, sempre nel parco del Mottarone, sino a raggiungere la Stazione Borromea (ristoro liquido e solido). Ormai Stresa non è più molto distante: il percorso a tratti single track e a tratti percorribili dove potete lasciar andare le gambe, inoltre il Lago Maggiore a tratti vi offrirà balconate uniche per non parlare di quello che vedrete affrontando l'anello all'interno dei Giardini Botanici Alpinia una vera chicca da gustare...riprenderete a scendere fino a raggiungere  l'abitato di Levo (km 50 km per la gara lunga e km 22 per la staffetta) ristoro liquido e via x una sparata in discesa verso Someraro e poi Stresa che sarà lì pronta ad accogliervi per gli ultimi km tra le vie del centro.

Art. 5 bis Piano di soccorso e protocollo prevenzione Covid 19

Si ricorda che la gara si svolge in ambiente di montagna ed è sempre potenzialmente pericoloso e che nonostante tutto l’impegno dal punto di vista organizzativo, con uomini e mezzi, non sarà mai possibile garantire la sicurezza di un soccorso tempestivo in caso di pericolo. Sarà presente un’adeguata copertura di soccorso e assistenza svolta da: CRI di Stresa, CRI di Baveno, Soccorso delle piste Mottarone, Soccorso Alpino, CAI Baveno, CAI Stresa, CAI Omegna, AIB Someraro, AIB Granerolo CIPS ed A-Team. Gli organizzatori predispongono un opportuno Piano Sanitario che contiene le modalità di gestione ed organizzazione dei Soccorsi. Tale documento è soggetto a verifica e condiviso con gli Enti preposti all’emergenza sia sanitaria che di soccorso tecnico, ognuno con la propria competenza. Tutti gli Enti preposti al soccorso saranno forniti delle tracce della gara, nonché al servizio delle ambulanze.

Si ricorda ai concorrenti che, oltre all’essere in sintonia con l’etica del Trail Running, ha l’obbligo giuridico e morale di prestare soccorso ad un altro atleta in difficoltà.

Gli organizzatori predispongono il Protocollo anti-contagio Covid 19 tenendo conto in particolar modo la prevenzione anti-contagio riferita sia alle strutture (centro congressi, punti ristoro, area arrivo, etc.) che alle persone (atleti e volontari) che interessano l’evento stesso.

Il documento darà indicazioni precise in merito alle misure e comportamenti preventivi da adottare ed è realizzato sulla base delle esigenze imposte dall’evento stesso, che dalle norme nazionali e/o regionali, nonché dei regolamenti della federazione di appartenenza. Tale documento verrà stilato in prossimità della data dello svolgimento della manifestazione.

 

Art. 6 Modalità e quota di iscrizione

L’iscrizione avviene via internet compilando l’apposito modulo in ogni sua parte, entro e non oltre le date stabilite ed evidenziate nel modulo di iscrizione. Il pagamento viene effettuato all’atto dell’iscrizione tramite un servizio online con Carta di Credito, Paypal, Satispay. A pagamento avvenuto e confermato dal servizio di Bankpass, e inviato il certificato medico, l’iscrizione sarà registrata come avvenuta nel database dell’organizzazione. All’atto dell’iscrizione verrà chiesto di prendere visione del regolamento di gara e contrassegnarne la comprensione e l’approvazione. Ogni corridore deve sottoscrivere una liberatoria nella quale afferma di essere consapevole delle difficoltà della prova che andrà ad affrontare e l'impegno a portare con sé tutto il materiale necessario ad affrontare in sicurezza la gara.

Ogni iscritto potrà consultare la propria scheda di iscrizione in qualsiasi momento sul sito www.wedosport.net

Quota di iscrizione:

Le iscrizioni apriranno lunedì 17 gennaio 2023 e verranno chiuse mercoledì 01 maggio 2024 o al raggiungimento di 500 atleti. 

La quota di iscrizione è di 30,00 euro per il Vibram® Up&Down Trail Mottarone comprende:

  • pacco gara 
  • ristori durante il percorso
  • pettorale in quadricromia con chip
  • medaglia Finisher (per coloro che porteranno a termine il percorso)
  • diploma di Finisher
  • pasta party finale
  • servizio docce

La quota di iscrizione non comprende quanto di espressamente non dichiarato.

 

Art. 7 Accettazione del regolamento e dell’etica della corsa

La partecipazione alla manifestazione “Vibram® 2 Comuni Trail Mottarone " porta all’accettazione senza riserve del presente regolamento e dell’etica della corsa, pubblicati dall’organizzazione e consultabili sul sito www.trailmottarone.com

La presa visione del regolamento che viene effettuata all’atto dell’iscrizione sigla il rapporto tra l’atleta sottoscrittore ed i responsabili organizzatori della gara stessa.

 

Art. 8 Rimborso quote iscrizione

In caso di annullamento della manifestazione per cause riconducibili alla crisi sanitaria legata al Covid 19 verrà effettuato il rimborso completo della quota versata all’atto dell’iscrizione, con una trattenuta pari a 5 euro dovuta al costo di gestione della pratica di rimborso.

L’organizzazione prevede dei percorsi alternativi da mettere in atto in caso di meteo avverso.

 

Art. 9 Materiale obbligatorio

Con l’iscrizione ogni corridore sottoscrive l’impegno di portare con sé tutto il materiale obbligatorio sottoelencato durante tutta la corsa, pena la squalifica o penalizzazione cronometrica. Controlli a campione potranno essere effettuati prima o durante la corsa e immediatamente dopo aver tagliato il traguardo.

Materiale obbligatorio Vibram® 2 Comuni Trail Mottarone:

  • zaino o marsupio che possa contenere il sottoelencato materiale
  • telo termico
  • fischietto
  • bicchiere/ecotazza o contenitore per bere ai ristori
  • giacca antivento
  • riserva idrica (minimo 500 ml)
  • riserva alimentare
  • telefono con numero emergenza salvato

 

Art. 10 Pettorali e chip

Il pettorale è necessario per accedere a tutti i servizi della manifestazione. Ogni pettorale è rimesso individualmente ad ogni atleta dietro presentazione di un documento di identità con foto. Il pettorale deve essere portato sul petto o sul ventre ed esser reso visibile sempre nella sua totalità durante tutta la corsa. Deve esser quindi posizionato sopra tutti gli indumenti ed in nessun caso fissato sullo zaino. Il Chip è parte integrante del pettorale ed è posizionato sulla parte posteriore dello stesso. Prima dello start ogni corridore deve passare obbligatoriamente per i cancelli d’ingresso per farsi registrare. Al passaggio da un punto di controllo ed all’arrivo il corridore deve assicurarsi di essersi regolarmente registrato. La punzonatura è indispensabile poiché il riscontro tra i due controlli permette di accertare che non vi siano concorrenti mancanti. In caso di omessa registrazione del passaggio e del conseguente avvio delle ricerche del corridore, ogni spesa derivante verrà addebitata al corridore stesso.

 

Art. 11 Sicurezza ed assistenza medica

Ad ogni punto acqua o ristoro è stabilito un posto di chiamata di soccorso. Questi posti sono collegati via radio o via telefono con gli Enti atti al soccorso, in stretto contatto con la direzione gara, medico e operatori specializzati. Saranno presenti sul territorio ambulanze, mezzi e personale di CRI Stresa, CRI Baveno,  Soccorso delle piste Mottarone, Soccorso Alpino, CAI Baveno, CAI Stresa, CAI Omegna, AIB Someraro, AIB Granerolo ed A-Team. I posti di soccorso sono destinati a portare assistenza a tutte le persone in pericolo con mezzi propri dell’organizzazione o tramite gli Enti convenzionati. I medici ufficiali sono abilitati a sospendere i concorrenti giudicati inadatti a continuare la gara. I soccorritori sono abilitati ad evacuare con tutti i mezzi di loro convenienza i corridori giudicati in pericolo. In caso di necessità, per delle ragioni che siano nell’interesse della persona soccorsa, solo ed esclusivamente a giudizio dell’organizzazione, si farà appello al soccorso in montagna ufficiale, che subentrerà nella direzione delle operazioni e metterà in opera tutti i mezzi appropriati, compreso l’elicottero. Le eventuali spese derivanti dall’impiego di questi mezzi eccezionali saranno a carico della persona soccorsa secondo le norme vigenti e per questo motivo consigliamo ad ogni corridore di tutelarsi con una propria assicurazione privata. Un corridore che fa appello ad un medico od un soccorritore si sottomette di fatto alla sua autorità e si impegna a rispettare le sue decisioni.

 

Art. 12 Posto di controllo e posti di rifornimento

Il rilevamento dei concorrenti è effettuato in tutti i posti di controllo o ai punti acqua. Solo i corridori portatori di pettorale ben visibile hanno accesso ai posti di rifornimento. Il Road Book indicherà la lista precisa dei posti di rifornimento e dei punti acqua per poter riempire il camel bag o la borraccia. Dei posti di controllo “volanti” potrebbero esser posizionati in altri luoghi al di fuori dei posti di controllo o ristoro, la loro localizzazione non sarà comunicata dall’organizzazione.

 

Art. 13 Tempo massimo e cancelli orari

Il tempo massimo della prova è fissato in 6.30 ore. L’orario limite di ripartenza dal posto di controllo in Mottarone Vetta è fissato per le ore 12.30 (3.30h dalla partenza). Questi cancelli orari sono calcolati per permettere ai partecipanti di raggiungere l’arrivo nel tempo massimo imposto, effettuando comunque eventuali fermate ai ristori. Per essere autorizzati a continuare la prova, i concorrenti devono ripartire dal posto di controllo prima dell’orario limite fissato, in caso contrario saranno squalificati ed il pettorale ritirato. Il concorrente che volesse continuare senza pettorale fuori gara, lo farà assumendosi ogni responsabilità in ordine alle conseguenze che potrebbero occorrergli. In caso di cattive condizioni metereologiche e/o per ragioni di sicurezza, l’organizzazione si riserva il diritto di sospendere la prova in corso, ritardare la partenza, variare il percorso o modificare la barriera oraria.

N.b. “La Scopa” facente parte a pieno titolo della direzione gara ha piena facoltà di fermare un atleta in qualunque momento, anche non in corrispondenza di un cancello orario.

Punti acqua e punti di ristoro:

  • Punto acqua Monte Camoscio
  • Punto acqua Alpe Nuovo CAI Baveno (VB)
  • Punto ristoro Mottarone Vetta (cancello orario ore 12.30)
  • Punto ristoro Stazione Borromea (VB)
  • Punto acqua agriturismo l’Ordin, località 13 Betulle di Levo (VB) 

Art. 13 bis Partenza della gara

L’orario di partenza della manifestazione è fissato per le ore 09.00

Ogni eventuale decisione di modifica verrà presa sulla base delle normative Covid 19 che saranno vigenti in quel periodo. (vedi art. 5 bis)

 

Art. 14 Abbandoni e rientri

In caso di necessità il concorrente deve telefonare al numero di assistenza riportato sul proprio pettorale. In caso di abbandono della corsa lungo il percorso, il concorrente è obbligato, appena ne avrà la possibilità, a recarsi al più vicino posto di controllo, comunicare il proprio abbandono facendosi registrare e l’organizzazione si farà carico del suo rientro a Stresa. In caso di mancata comunicazione di un ritiro e del conseguente avvio delle ricerche, ogni spesa derivante verrà addebitata al corridore stesso.

 

Art. 15 Penalità e squalifiche

Dei controllori sul percorso sono autorizzati a controllare il materiale obbligatorio ed in generale il rispetto dell’intero regolamento. Tutti i concorrenti non trovati in possesso, nel momento del controllo sul percorso, anche di un solo elemento del materiale obbligatorio saranno penalizzati o immediatamente squalificati, senza possibilità di appello di questa sanzione. Le irregolarità accertate, anche a mezzo di immagini foto e/o video pervenute all’organizzazione dopo la gara, potranno causare penalizzazioni o squalifiche. La giuria della gara può pronunciare la squalifica di un concorrente, in caso di mancanza grave al regolamento:

  • Pettorale portato in modo non conforme
  • Scambio di pettorale
  • Mancato passaggio ad un posto di controllo
  • Mancanza di parte o totalità del materiale obbligatorio
  • Utilizzo di un mezzo di trasporto
  • Doping o rifiuto di sottoporsi ad un controllo antidoping
  • Mancata assistenza di un altro concorrente in caso di necessità
  • Uso di assistenza personale o mancato rispetto del divieto di farsi accompagnare lungo il percorso
  • Abbandono di proprio materiale o rifiuti lungo il percorso
  • Insulti, maleducazione o minacce contro i membri dell’organizzazione od i volontari
  • Rifiuto di farsi esaminare da un medico delegato dall’organizzazione
  • Tagli di percorso

 

Art. 16 Reclami

Sono accettati solo reclami scritti nei 30 minuti che seguono l’affissione delle classifiche, con consegna di una cauzione di 100,00 euro.

 

Art. 17 Giuria

La giuria della gara Vibram® Trail Mottarone sarà composta da:

  • Dal direttore della corsa Massimo Valsesia
  • Dal coordinatore responsabile della sicurezza
  • Dal responsabile dell’equipe medica
  • Dai responsabili dei posti di controllo 
  • Tutte le persone competenti designate dal Presidente del comitato organizzatore

La giuria è abilitata a deliberare in un tempo compatibile con gli obblighi della corsa su tutti i litigi o squalifiche avvenuti durante la corsa. Le decisioni prese sono senza appello.

 

Art. 18 Road book

Il Road book è disponibile sul sito www.trailmottarone.com

I concorrenti sono invitati a prenderne attentamente visione ed eventualmente scaricarlo e stamparlo. Nessuna copia del Road book sarà consegnata con i pettorali ai concorrenti.

 

Art. 19 Assicurazione

L’organizzazione sottoscrive un’assicurazione di responsabilità civile per tutto il periodo della manifestazione. La partecipazione avviene sotto l’intera responsabilità dei concorrenti, che rinunciano ad ogni ricorso contro gli organizzatori in caso di danni e di conseguenze ulteriori che sopraggiungano in seguito alla gara. Il concorrente deve sapere che, nonostante tutti gli atti di prevenzione adottati dall’organizzazione, sta prendendo parte ad una prova di Trail running che è una competizione in natura e deve essere responsabile di tutte le proprie azioni come buona norma per ogni avventore della montagna. Al momento dell’iscrizione, l’atleta deve sottoscrivere la liberatoria di scarico responsabilità e di accettazione del regolamento.

 

Art. 20 Classifiche e premi

Verranno inseriti in classifica i soli concorrenti che raggiungeranno il traguardo posto nei pressi della zona arrivo e che si faranno registrare entro il tempo limite. Non verrà distribuito nessun premio in denaro. Ad ogni corridore che taglierà il traguardo verranno consegnate la “Medaglia Finisher” ed il “Gadget tecnico Finisher”. Sarà redatta una classifica generale Donne ed una Uomini e verranno premiate le prime 3 concorrenti Donne ed i primi 3 concorrenti Uomini assoluti della competizione. Le premiazioni verranno effettuate agli orari prestabiliti dal programma ufficiale della manifestazione; se uno o più concorrenti non arriverà al traguardo in tempo utile per essere presente alla premiazione, verrà premiato successivamente.

Verranno inoltre premiati il primo uomo e la prima donna che transiteranno dal Monte Camoscio con il premio “becchi & carcasse”.

 

Art. 21 Diritti d’immagine

Ogni concorrente rinuncia espressamente ad avvalersi dei diritti d’immagine durante la prova, così come rinuncia a qualsiasi ricorso contro l’organizzazione ed i suoi partners abilitati, per l’utilizzo della propria immagine.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram