Vibram Trail Mottarone home
4-5 maggio 2024
Iscriviti

Non solo corsa ma un invito a scoprire un angolo di paradiso immerso nelle Alpi piemontesi. Questo è il trailer che annuncia il Vibram® Trail Mottarone 2023 (6-7 maggio). Save the date!

Il risultato di una gara di endurance è influenzato sia dal livello di allenamento che dalla qualità della nutrizione.

Fondamentale quindi alimentarsi adeguatamente nei giorni precedenti e durante la gara: più è lungo il tempo di percorrenza, più il nostro corpo sarà messo a dura prova, poiché le necessità energetiche si faranno via via più esasperate.

Quando le percorrenze superano l’ora, l’organismo utilizza più energia di quella che riesce ad immagazzinare, dunque è obbligatorio mangiare e bere in modo corretto per limitare i cali di prestazione.

La capacità di mantenere la prestazione anche dopo diverse ore di gara fa la differenza tra vincere, perdere e semplicemente arrivare senza il bisogno del supporto dell’ambulanza.

Scherzi a parte, la buona riuscita di una gara di endurance è legata alla corretta integrazione e alimentazione durante la stessa.

Ad esempio, se la prima ora di gara viene fatta spingendo, il consumo energetico, e quindi la necessità di reintegrare, varia in modo significativo (sia in termini di quantità che di qualità) rispetto ad un’andatura blanda.

Vediamo come prepararsi al meglio ad una gara di endurance di durata superiore alle due ore, considerando che la preparazione inizia almeno due giorni prima e richiede la cura di diversi elementi, tra cui il riposo.

Gara di endurance: consigli nei 2 giorni precedenti.

In questa fase, l’obiettivo è ricaricare completamente le riserve di glicogeno: circa 350-400g è lo stivaggio massimo tra epatico e muscolare. Dunque, nei 2 giorni antecedenti la gara, consiglio l’uso di riso basmati e cereali integrali, a pranzo e cena, in quantità che non eccedano i 100g (peso a crudo) e sempre accompagnati da proteine magre, come petto di pollo o tacchino, frittatine di albumi, pesce. Meglio dunque orientarsi verso alimenti con indice glicemico medio (fra 55 e 70), perché quelli con indice glicemico alto (come cereali raffinati, dolci e zuccheri semplici) aumentano la produzione di insulina, l’ormone che tende a convertire gli zuccheri in grassi e ad aumentare l’infiammazione.
In questo modo si evita il rischio di arrivare alla gara molto gonfi e appesantiti, con sensazioni tutt’altro che ottimali.

Il giorno della gara.

La preparazione alla gara non è solamente calorica, ma anche idrica.

Un organismo disidratato infatti, lavora al risparmio: in gara invece dobbiamo dare il massimo…e anche di più.
Occorre bere adeguatamente, fino ad un’ora prima dell’evento, per presentarsi alla partenza in uno stato di idratazione ideale.

Alla partenza e durante la gara.

Fondamentale conoscere il percorso, l’altimetria, i ristori, i punti di massimo dispendio energetico, i tratti dove poter rallentare l’andatura…per nutrirsi adeguatamente ed evitare cali di prestazione.

L’obiettivo è fare tutto il possibile per permettere al nostro corpo e alla nostra mente (eh si…anche la mente) di potersi esprimere al meglio e permetterci di godere, nonostante l’inevitabile fatica, dello stare in natura.

Serve avere un minimo di strategia e organizzazione basata sulla conoscenza.

In generale, durante la gara si dovrebbero bere almeno 600 ml di liquidi l’ora, fino ad un massimo di 1 litro l’ora nelle condizioni più difficili.

Fondamentale integrare i 4 sali: magnesio e potassio, cloro e sodio soprattutto per sforzi di questo tipo.

Da sapere che negli sforzi intensi e prolungati possono servire oltre 100g di zuccheri l’ora, ma il corpo satura i suoi canali di assimilazione del glucosio già a 60g l’ora.

E’ tuttavia possibile migliorare l’assimilazione di zuccheri aggiungendo maltosio e fruttosio, concetto chiave per gli sforzi lunghi e lunghissimi, diciamo oltre le 3 ore.

Premesso ciò, prendiamo l’altimetria della gara per strutturare un piano di integrazione minima ed alimentazione durante il percorso:

Partenza – Mottarone (4 gel, 2 barrette carbo, 1 paninetto/tortino di riso, 4 mandorle, Sali minerali)

La prima salita è ripida e richiede uno sforzo significativo: dopo 30-35 minuti dal via, oltre a bere qualche sorso di acqua quando possibile, occorre certamente ingerire un primo gel ed un secondo preso dopo 30-35 minuti che ci permetterà di arrivare al primo punto di ristoro idrico Monte Camoscio dove consiglio di sorseggiare acqua con sali minerali, riempire la borraccia e mangiare una barretta carbo (che dovrebbe comunque essere consumata non oltre i 40-45 minuti successivi al secondo gel): questo ci porta ad arrivare al primo picco dei 1006 metri di altitudine raggiunti dopo quasi 6 km di gara.

Giunti qui, prendere 1 gel e sali.

Inizia ora una piccola discesa di 130 m di dislivello su 1 km di tracciato prima della seconda salita di 600m di dislivello in 4,3 km di percorso: occorre sicuramente un gel dopo circa 35-40 minuti dal precedente per arrivare, senza cali, fino al ristoro idrico Alpe Nuovo dove consiglio, oltre a riempire la borraccia, di mangiare una barretta carbo continuando a muoversi in direzione del successivo ristoro idrico/solido del Mottarone.

Siamo al punto più alto del percorso: consiglio di mangiare un piccolo panino (30-40g) con marmellata (oppure un tortino di riso) e 3-4 mandorle.

Mottarone – Coiromonte (1 gel, 1 barretta carbo, 1 paninetto/tortino di riso, 4 mandorle, sali minerali)

Durante la discesa al successivo ristoro idrico di Coiromonte: dopo 40-45 minuti dal panino/tortino di riso, continuando a sorseggiare acqua quando possibile, consumare una barretta carbo e, dopo altri circa 40-45 minuti, un ulteriore gel che ci porterà al ristoro dove mangeremo un piccolo panino (30-40g) con marmellata (oppure un tortino di riso) e 3-4 mandorle, bevendo acqua e sali

Fondamentale mantenere una regolare cadenza di introduzione del normale cibo durante gare così lunghe: bisogna evitare di nutrirsi solo con gel e barrette che potrebbero dar fastidio al palato e allo stomaco. Inoltre, occorre fornire all’organismo anche una maggior varietà di macronutrienti, incluse le proteine (anche se in piccolissima parte).

Infine, dobbiamo evitare che lo stomaco “si chiuda” non permettendoci di continuare ad alimentarci e a sostenere così la nostra prestazione.

Coiromonte – Gignese (1 barretta carbo, 1 paninetto/tortino di riso, 4 mandorle, sali minerali)

Attraverso il tratto che conduce al successivo ristoro idrico a Gignese: dopo 40-45 minuti dal panino/tortino di riso, continuando a sorseggiare acqua alternata a sali, consumare un ulteriore panino/tortino di riso e 4 mandorle e poi, circa 40 minuti dopo, una barretta carbo con cui raggiungeremo il ristoro idrico a Gignese, oltre il trentesimo km di gara.

Gignese - Stazione Borromea (1 paninetto/tortino di riso, 4 mandorle, sali minerali)

Dopo 40 minuti dalla barretta carbo, consumare un panino/tortino di riso e 4 mandorle, continuando a sorseggiare acqua alternata a sali per affrontare le ultime salite del percorso e raggiungere Stazione Borromea.

Stazione Borromea – Someraro - arrivo (1 gel, 1 barretta carbo, 4 mandorle, sali minerali)

Siamo agli ultimi 10 km di gara. Se vi siete nutriti adeguatamente, sarete nelle condizioni di non aver intaccato le proteine muscolari per sostenere il dispendio energetico e vi sentirete in controllo del vostro corpo, senza problemi di crampi.

Prima di partire per la discesa finale, consiglio di assumere al ristoro della Stazione Borromea 1 barretta carbo e 4 mandorle, seguite dopo circa 40 minuti (presumibilmente a ridosso dell’ultimo ristoro idrico di Someraro) da 1 gel.

All’arrivo, infine, mangiate per recuperare.

A tal proposito, Il recupero post gara deve essere basato prima di tutto sul reintegro dei carboidrati, per sfruttare la finestra anabolica del glicogeno che consente un rapido ripristino nelle prime ore dopo lo sforzo: dosi abbondanti (fino a 150g) di riso basmati e frutta fresca contribuiranno in maniera eccellente ad avviare i processi di recupero.

Totale integrazione minima: 6 gel, 5 barrette carbo, 4 paninetti/tortine di riso, 20 mandorle, sali minerali

Un consiglio sulla preparazione dei piccoli panini (30-40g) da portare in gara.

Oltre che con la marmellata, potete farcire i paninetti con miele e una punta di sale da cucina; oppure con miele e scaglie di parmigiano. 

Questo migliora l’integrazione di sali e conferisce una variabile di gusto al palato che, in una gara così impegnativa, è bene che sia resettato grazie all’alternanza di gusti dolci (o dolcissimi come nel caso dei gel) e salati.

Dott. Alessandro Bonetti

Grazie alla collaborazione con Isole Borromee Stresatours CMA anche quest'anno alla partenza a Baveno vi portiamo in motoscafo!

Il servizio è prenotabile direttamente su WedoSport in fase di iscrizione pagando un piccolo contributo di 2 euro.

Per chi non potrà farlo già sabato, dalle ore 6,30 di domenica potete ritirare il pettorale presso il Palazzo dei Congressi di Stresa (Piazzale Europa, 3) e dalle ore 7,00 alle ore 8,30 dal lungolago Marconi potete prendere il motoscafo che vi porterà alla partenza di Baveno.

Abbiamo pensato anche ad un servizio di sacca cambio: in zona partenza a Baveno potrete consegnarci la sacca che vi forniremo con il pacco gara e ve la faremo trovare all’arrivo!

Il 1^ dicembre l’alpinista e divulgatore sarà all’Hotel Regina Palace per presentare il suo nuovo film. Sarà inoltre lanciata l’edizione 2022 di Vibram Trail del Mottarone

Si avvicina a grandi passi Cervino, la Cresta del Leone, la serata evento in programma il 1^ dicembre presso l’Hotel Regina Palace a Stresa che vedrà protagonista Hervé Barmasse, valdostano, noto alpinista e divulgatore, e che è stata voluta da Vibram, storica azienda varesina, brand leader nel settore delle suole in gomma ad alte prestazioni e Title Sponsor del Vibram Trail del Mottarone.

Ricordiamo il programma

Sarà una delle prime uscite pubbliche di questo film, che è stato presentato in anteprima mondiale al Trento Film Festival e che ha ottenuto unanime apprezzamento dagli addetti ai lavori, prima di un mini tour di presentazione che si terrà nel 2022 in diverse città italiane.

La serata del 1^ dicembre, organizzata in collaborazione con Motty Green Trail Team ASD e la Città di Stresa, sta riscuotendo molto interesse e per questo motivo gli organizzatori consigliano fortemente di prenotare il proprio posto: per farlo è sufficiente mandare una mail con nominativo completo e numero di telefono all'indirizzo: prenotazioni@trailmottarone.com.

È inoltre possibile prenotarsi telefonando oppure inviando un messaggio WhatsApp a Fabio Patragnoni (347/7822218) o Roberto Donghi (347/4667580).

La serata è a ingresso libero con offerta: l’incasso sarà devoluto alla manutenzione, a cura di C.I.P.S. (Comitato Indipendente Pulizia Sentieri) del sentiero Stresa – Belgirate, uno dei più panoramici e battuti del territorio.

Accesso consentito solo con GREEN PASS.

Presso l’Hotel Regina Palace di Stresa il 1^ dicembre una serata speciale per presentare il nuovo film con Hervé Barmasse e lanciare l’edizione 2022 di Vibram Trail del Mottarone

Il 1^ dicembre si terrà presso l’Hotel Regina Palace a Stresa un evento davvero imperdibile per gli appassionati di montagna: Hervé Barmasse, valdostano, noto alpinista e divulgatore, sarà il protagonista di una serata voluta da Vibram, storica azienda varesina, brand leader nel settore delle suole in gomma ad alte prestazioni e Title Sponsor del Vibram Trail del Mottarone.

Sarà una delle prime uscite pubbliche di questo film, che è stato presentato in anteprima mondiale al Trento Film Festival e che ha ottenuto unanime apprezzamento dagli addetti ai lavori, prima di un mini tour di presentazione che si terrà nel 2022 in diverse città italiane.

“Questo film è un omaggio alla montagna simbolo di tutte le montagne nel mondo e a tutti coloro che hanno vissuto un’esperienza a cospetto del Cervino. Un documentario per conoscere la storia della Cresta del Leone, l’ascensione regina dei quattromila delle Alpi che, salita la prima volta il 17 luglio 1865, è tutt’ora una delle scalate più avvincenti a cui un’alpinista possa aspirare” ha dichiarato Hervé Barmasse, atleta del global Team Vibram.

Cervino, La Cresta del Leone” è un progetto ideato e fortemente voluto da Vibram, da sempre in prima linea nel supporto delle attività alpinistiche e di valorizzazione del territorio outdoor, come sottolinea Jerome Bernard, Vibram Sport Innovation Marketing Global Director: “Con questa produzione cinematografica di ampio respiro abbiamo voluto spostare la prospettiva del racconto dell’alpinismo, dando la possibilità a chiunque di vivere quasi da protagonista un autentico viaggio nella dimensione verticale. L’alpinismo si sta evolvendo fortemente, ed è accessibile a tutti, con la giusta consapevolezza”.

La serata del 1^ dicembre, organizzata in collaborazione con Motty Green Trail Team ASD e la Città di Stresa, ha anche un forte valore simbolico: “Vibram è un’azienda internazionale con forti radici locali – spiega ancora Jerome Bernard –abbiamo quindi voluto rendere omaggio a questo bellissimo territorio, cui Vibram è molto legata, con questa serata che potrà regalare davvero tante emozioni positive!

La serata è a ingresso libero con offerta: l’incasso sarà devoluto alla manutenzione, a cura di C.I.P.S. (Comitato Indipendente Pulizia Sentieri) del sentiero Stresa – Belgirate, uno dei più panoramici e battuti del territorio.

Accesso consentito solo con GREEN PASS.

Trailer ufficiale

Abbiamo deciso che quest'anno NON può mancare il classico appuntamento pre Natalizio sul nostro amato Mottarone... sono ufficialmente aperte le Pre-Iscrizioni per il VTM Christmas, corsa di 17 Km con 550 D+.

www.trailmottarone.com

La location è ad Armeno (No), il ritrovo e la partenza saranno presso la Sede degli Alpini (Via Bagnalera n. 71) e l'orario di partenza è fissato per le ore 17.30.
Per la Pre-Iscrizione è sufficiente compilare il Form di iscrizione che trovate al link qui sotto o in Home page, il pagamento della quota di iscrizione potrete effettuarlo direttamente il giorno della gara; vi chiediamo gentilmente di procedere con le pre-iscrizioni in modo da poter velocizzare il più possibile le operazioni di distribuzione dei pettorali la sera del 18 dicembre.
La quota di iscrizione è fissata in 15 euro e comprende un gadget nel pacco gara ed all'arrivo un bicchiere di prosecco o vin brulè con un piattino degustativo con prodotti locali. Le Pre-Iscrizioni chiuderanno al raggiungimento di 200 partecipanti... affrattatevi!!!
Saranno premiate le prime 5 Donne ed i primi 5 Uomini e saranno estratti 3 cesti a sorteggio tra tutti gli iscritti.
Si svolgerà anche una corsa di 5 Km non competitiva adatta a tutti, naturalmente dato il periodo invernale si richiede abbigliamento adeguato e naturalmente lampada frontale con pile di ricambio per entrambe le distanze.

Per la descrizione del percorso... leggete di seguito le indicazioni di Patron Max Valsesia:

"Partenza presso la sede degli Alpini di Armeno, 1 km di asfalto per poi imboccare il sentiero R2 che dall'agriturismo San Michele vi porterà ad incrociare il sentiero Cai R1e condurvi dall'alpe Bonomi alla Madonna di Luciago, rinomato santuario a 800 mt. Qui sarete quasi al 5° km... breve tratto pianeggiante su asfalto per poi prendere il lungo traverso Cai R1, che in leggero falsopiano vi farà passare dagli alpeggi Barchelle, Marigior e Lovaga, dove una breve svolta a sinistra in salita vi porterà all'alpe Cortano a quota 1000 mt e circa 6,5 km di gara! Resterete bassi sulla poderale che porta ad un'altro maestoso alpeggio (alpe Farfossa) per portarvi ad incrociare la sterrata Cai R3 con destinazione 3 Montagnette. Se il meteo lo permetterà, si farà l'anello girando intorno al Monte del Falò (1080 mt, punto più alto della gara); in caso di neve o meteo avverso, si tirerà dritto sempre sulla sterrata per raggiungere l'abitato do Coiromonte (10 km circa) dove, presso l'agriturismo "Al Carbon", ci sarà l'unico ristoro sul percorso. Si riprende a scendere per un km circa sulla provinciale asfaltata fino alla cappella di San Giuseppe e, svoltando a sinistra, affronterete un tratto corribile con alcuni punti tecnici... niente di preoccupante con le scarpe giuste!!!
Sbucherete al ponticello sul torrente Agogna per riprendere la strada asfaltata in direzione di Armeno, dove affronterete un breve tratto in salita per le vie del paese, per portarvi nelle praterie di Armeno, dove gli ultimi km saranno di pianurafino a raggiungere l'arrivo posto in prossimità della fattoria "Il Bontà"... ristoro caldo e prosecco per tutti!
Data la vicinanza con le festività natalizie munitevi di simpatia e sorrisi... noi cercheremo di rendervi la pre serata il più calda possibile. Inutile ribadire che siamo a Dicembre e l'abbigliamento, oltre alla frontale carica, sia idoneo per le temperature che andrete ad affrontare.
Grazie Max"

Traccia percorso con altimetria
Clicca l'immagine per consultare la traccia
Il Bontà Armeno
logo pizza da cic

Ci abbiamo messo un po' a metabolizzare tutte le emozioni e le tensioni di questo weekend davvero intenso e magico per tantissimi aspetti...

Noi abbiamo cercato di fare del nostro meglio, ce l'abbiamo messa tutta, ma i veri protagonisti siete stati VOI!

Dobbiamo dirvi oltre 1.000 volte GRAZIE!!! Grazie per aver creduto in questo nostro progetto, per la vostra educazione, la vostra pazienza, i vostri sorrisi, le vostre parole, la vostra comprensione... insomma per averci fatto emozionare, ci avete ripagato incredibilmente di ogni sforzo ed ogni sacrificio fatto in questi mesi. Sappiamo che non è stato tutto perfetto come avremmo voluto, ci scusiamo per qualsiasi disservizio occorso e con chiunque di voi abbia dovuto aspettare più del dovuto per la discesa, ahinoi ci si è messo anche un guasto tecnico a rallentare di una buona mezz'ora le operazioni; siamo consapevoli di quale direzione dobbiamo intraprendere per migliorarci.

Alla pari di voi atleti che ci avete dato fiducia, non possiamo che ringraziare infinitamente il Title Sponsor Vibram e le Città di Stresa e di Baveno per aver creduto nel nostro progetto ed averci appoggiato in tutto sin dal primo momento, tutti gli Sponsor che in questi mesi ci hanno aiutato e fornito un aiuto inestimabile, non vogliamo citarne nessuno in particolare per non correre il rischio di dimenticarne inavvertitamente qualcuno; la Croce Rossa di Stresa e Baveno, il Soccorso Alpino, le Associazioni tutte che con grande professionalità e dedizione ci hanno donato il loro tempo libero, tutti i singoli volontari che sono stati il vero cuore pulsante della manifestazione e se siete rimasti soddisfatti, il merito è loro! Un ringraziamento speciale va al fantastico progetto del Green Team Vibram, si sono fatti carico di sbalisare e ripulire i sentieri di gara da eventuali rifiuti lasciati sul percorso, al termine della manifestazione non c'era già più nessuna traccia del vostro passaggio, se non le vostre orme... ricordiamoci di rispettare sempre l'ambiente che ci ospita e di valorizzarlo.

Un ultimo pensiero speciale va a Silvio "Il Conte" Gria, un caro amico gli aveva chiesto di intercedere sul meteo per la buona riuscita della manifestazione, lui ha guardato giù e ci ha aiutato... e siamo sicuri che ogni "Becco" ed ogni "Carcassa", passando dal Camoscio, abbia sentito la sua energia ed il suo incitamento!!!

Grazie, grazie, grazie a tutti... vi aspettiamo il 7 e 8 maggio 2022!

Le parole degli AMICI che hanno pensato e realizzato i TROFEI, ma soprattutto che porteranno sempre Silvio nel cuore:

Ci siamo quasi... ancora 6 giorni e consegneremo i trofei!!!

TROFEI DI UN CERTO PESO!!!

Sarete oltre 600 Granitici che si sfideranno lungo il percorso del Vibram Trail Mottarone... ma solo 2 medaglie verranno consegnate, una per la miglior "CARCASSA" ed una per il miglior "BECCO"!!!

La tratta che deciderà i migliori 2  GRANITICI sarà dalla località "TRANQUILLA" di Baveno, poco dopo la passerella fino alla croce del Monte Camoscio 890 Mt.

Sono 2,400 mt per 600 mt di dislivello... Ci sarà un controllo cronometrico dedicato per quella tratta. La gara nella gara!!!

Questa è la salita che abbiamo voluto dedicare a Silvio.... E' la prima edizione a cui lui non parteciperà. Ma ci sarà da tifoso e ci sarà come compagno di quella salita!!!

Vi darà il benvenuto subito dopo la passerella, e vi saluterà con una bottiglia d'acqua alla croce.

Chi lo conosce avrà da dirgli qualche cosa lungo la salita!!! Chi non lo conosceva avrà modo di presentarsi e di conoscerlo lungo quel tratto!

Ho come  l'impressione che si farà ricordare in qualche modo!!!

Come da tradizione per i trofei di un certo PESO, la miglior CARCASSA  ed il miglior BECCO potranno portarlo e coccolarselo a casa propria per un anno!!! Per poi rimetterlo in gioco l'anno successivo.

Per gli sportivi, per gli amici di Silvio, per i curiosi e per gli amanti dei bei panorami... questo è un bel posto dove andare per tifare (trombe e campanacci sono ammessi), dove dedicare 5 minuti a Silvio e dove potrete ammirare qualche cosa di bello!!!

Per la futura CARCASSA e per il futuro BECCO, non offendetevi erano 2 TITOLI che Silvio dedicava alle migliori Donne ed ai migliori uomini di categoria!!!

SILVIO... spero che Domenica prossima ti facciano divertire ed emozionare!!!

p.s. tu occupati della meteo!!!

#Alegar

Vi abbiamo volutamente fatto attendere... ora vi presentiamo il pacco gara del Vibram Trail Mottarone:

Per i primi 600 iscritti un bellissimo Tecnica Trail Mottarone Buff offerto dal nostro Main sponsor Tecnica

Siamo lieti di annunciarvi che ieri la nostra mascotte Motty ha ricevuto ufficialmente la maglia del Vibram Trail Mottarone dal Consigliere con delega allo Sport del Comune di Stresa, Tommaso Coppini.

Stresa, con il suo scenografico lungolago con affaccio sulle isole Borromee ed i suoi rinomati alberghi, è il centro attorno al quale rotea l'organizzazione del Vibram Trail Mottarone ed insieme alla vetta del Mottarone, siamo sicuri troverà un posto speciale nei vostri ricordi indelebili anche in un anno particolare come questo, al punto da farvi tornare a viverla l'anno prossimo, rinata con tutte le sue potenzialità.

La città di Stresa, Motty e la maglia VTM che troverete nel pacco gara vi stanno aspettando...

Ringraziamo sentitamente per il patrocinio, il Sostegno e la realizzazione delle maglie VTM la CITTA' DI STRESA

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram